close

Sei nuovo su SiciLife? Registrati qui

oppure

Accedi con Facebook

Vuoi diventare Fornitore?
Clicca qui

Vuoi diventare Reseller?
Clicca qui

Ragusa

Ragusa


Chiamata “Raùsa” in dialetto, la città di Ragusa, situata nella parte meridionale dei monti Iblei, è il capoluogo più a Sud della Sicilia. La presenza di tre ponti (il Ponte Vecchio, il Ponte Nuovo ed il Ponte Papa Giovanni XXIII) ha fatto sì che essa venisse definita “città dei ponti”. Il devastante terremoto del 1693 la mise letteralmente in ginocchio e la conseguente ricostruzione provocò una divisione in due parti: la parte superiore sull’altopiano e Ragusa Ibla. 

Tuttavia, è stato proprio in conseguenza di questa riedificazione che Ragusa, grazie ai nuovi gioielli architettonici, è stata annoverata nel 2002 tra i siti “patrimonio dell’Unesco”. Le sue chiese ed i magnifici palazzi settecenteschi la rendono una delle più prestigiose e indiscusse realtà di arte barocca. E’ proprio su questo stile architettonico che importanti scultori e architetti, come Giovanni Battista Vaccarini e Vincenzo Sinatra, hanno lavorato per creare il famoso “Barocco del Val di Noto”, di cui il Duomo di San Giorgio ne è espressione più rappresentativa. Si tratta della chiesa madre della città, tra le più grandi della Sicilia, che era inizialmente situata nella zona est e che conseguentemente al terremoto fu ricostruita al posto di quella di San Nicola. Essa appare ripetutamente nella celebre serie televisiva “Il Commissario Montalbano”. 

Alcune scene della serie Tv furono girate anche in un altro luogo magico di Ragusa: il Castello di Donnafugata, sfarzosa dimora situata a circa 15 chilometri dalla città, la cui prima costruzione risale al tardo ‘800 per opera dei Chiaramonte. Il suo labirinto ne arricchisce le peculiarità, rendendolo un posto misterioso e affascinante al tempo stesso. 

Altro monumento religioso di notevole fascino è la cattedrale di San Giovanni Battista: anch’essa sorgeva in un’altra zona della città e dopo il terremoto fu ricostruita in stile barocco. 

Ciò che caratterizza questa meravigliosa città è l’armonia delle forme architettoniche dei monumenti religiosi, ma anche di quelli civili: i numerosi palazzi storici fanno sì che i visitatori vengano rapiti dai giochi architettonici che li abbelliscono. 

In provincia meritano una visita - e probabilmente anche diversi giorni della propria vacanza - le cittadine di Modica e Scicli. Due gioielli dell’arte barocca e veri e propri presepi viventi, incastonate tra i monti e con le loro caratteristiche costruzioni a renderli luoghi magici.